domenica 30 dicembre 2012

La pietra del cielo e dell'acqua

   [The text is only in italian]
 
Non mi sono mai documentata a fondo su questa pietra molto affascinante e attira sguardi.
Sarà che ogni qualvolta mi sia provata qualche monile ornato con essa, non me lo vedevo mai bene indosso e quindi non me ne sono interessata a dovere.
Finché non è arrivato lui; diverso e pezzo unico (di artigianato italiano), che ho subito sentito mio non appena infilato al dito.
Il secondo, bellissimo, regalo del mio Babbo Natale che mi conosce infinitamente bene e gode di un gusto impeccabile.
Si tratta di un anello in oro giallo con cabochon di turchese Arizona e due perline di corallo rosa.
Ci ricorda molto quegli anelli vintage che vediamo di tanto in tanto alle dita di alcune eleganti signore,  quegli anelli da lasciare in eredità a figlie e nipoti, di generazione in generazione :-). 
Ha quella particolare lavorazione in stile etno-chic che adoriamo, insomma uno di quei pezzi che lascia senza parole entrambi :)!

Ho deciso di trascrivere la storia di questa curiosa pietra, poiché la trovo molto interessante; spero possa essere anche per voi un arricchimento sulle vostre nozioni gemmologiche :-).

"La leggenda delle tribù dei Nativi Americani vuole che il turchese abbia le sue origini in una magica notte di luna, durante la quale tutte le tribù danzavano per festeggiare la tanto attesa pioggia, finalmente giunta. 
Tale era la loro gioia che danzando piansero, e le loro lacrime mescolandosi alle gocce di pioggia vennero assorbite dalla Madre Terra ed una volta asciutte si trasformarono nella pietra del cielo e dell'acqua, il turchese.
Da allora in tutti gli stati abitati dalle tribù si iniziarono a scorgere delle lunghe e sottili linee di intenso azzurro che scorrevano nelle rocce. I saggi dissero che si trattava del cielo e dell'acqua che avevano deposto una piccola parte di se stessi nelle rocce, perchè potessero essere ammirati e venerati da tutti.
Il turchese iniziò ad essere considerata la pietra del cielo e dell'acqua, della buona sorte e delle benedizioni divine, della protezione dagli spiriti maligni e come pietra protettrice della salute e della prosperità.
Considerata la gemma dei saggi e degli sciamani, in passato non a tutti era concesso di avvicinarvisi, ma solo a coloro che fossero in grado di rivolgersi agli dei; ai giorni nostri, gli abitanti del sud - ovest degli Stati Uniti - le antiche aree abitate dalle tribù – lo indossano come simbolo di ricchezza e benessere, e raccontano di come una volta la Madre Terra stessa fosse una pezzo di turchese, fino a quando Dio non la trasformò nella Donna.
I Nativi Americani lo indicavano in diversi modi, ma il più noto era Sky Stone, la pietra del cielo, che evoca la tonalità più comune. Il turchese estratto dalle miniere del sud - ovest veniva tagliato a rondelle ed incastonato nel legno, in conchiglie o ossa, oppure veniva direttamente intagliato, dandogli la forma di uno degli animali sacri alle culture native.
L'uso dell'argento come alternativa alle primitive montature arrivò verso il 1890, quando gli emigranti spagnoli portarono con sé le loro conoscenze dell'arte orafa.
Il turchese è una pietra ricca di fascino, che ha la capacità di ammaliare con la sua bellezza e la sua purezza, ed è stata proprio questa caratteristica che ne ha fatto una gemma stimata, venerata e guardata come simbolo di qualcosa di divino per molte culture attraverso i secoli: il turchese - la pietra nascosta dalla Madre Terra, la pietra scesa dal cielo - è stata adorata per la sua bellezza, come pietra spirituale e portatrice di vita per oltre 7.000 anni.
Gli Egizi furono tra i primi a venerarlo e ad utilizzarlo come decorazione di tutto ciò che riguardava il Faraone.
Prova ne è stata la scoperta di un bracciale in oro e turchese, ritrovato al polso della mummia di una Regina egizia, il più antico esempio conosciuto di gioielleria, risalente a più di 7.000 anni fa.
In Persia si estraeva il turchese già prima del 2100 a.C; gli scritti lasciatici in eredità dalle antiche famiglie persiane parlano di vasi realizzati da enormi unici pezzi di turchese, il più grande dei quali si dice contenesse circa 25 litri d'acqua, e per secoli il Medio Oriente è stato il fornitore principale di questa pietra per i regni egizio, romano, nubiano, greco e turco – ottomano.
Il turchese è una pietra essenziale anche per la cultura tibetana: indossato indifferentemente da uomini e donne lo si usa come gioiello, come ornamento da acconciatura, incastonato in qualsiasi accessorio o decorazione della persona ma anche della casa; è una delle pietre simbolo della cultura religiosa del luogo, usata durante riti e celebrazioni. È una pietra considerata benefica a livello psicofisico e la sua natura così luminosa si dice abbia proprietà purificatrici per il sangue ed il fegato, e si crede che grazie al senso di tranquillità che emana possa abbassare la pressione sanguigna.
La Cina ha utilizzato il turchese sin da tempi antichissimi, soprattutto nella gioielleria, e per i cinesi è secondo solo alla giada.
I Re e gli Imperatori Aztechi indossavano corone e pendenti in questo materiale come amuleti portafortuna e come protezione per la loro salute, e per garantire una lunga vita al loro regno.
Secondo la tradizione, al turchese si riconoscono molte proprietà protettive e favorevoli alla parola ed alla comunicazione, oltre a numerose virtù terapeutiche fra cui la capacità di proteggere dai morsi di serpenti velenosi. Si dice inoltre che questa pietra sbiadisca all'approssimarsi di una disgrazia, e anticamente si credeva fosse capace di infondere coraggio in battaglia e di segnalare l'infedeltà diventando nera in caso di adulterio.
Questo materiale, famoso e conosciuto in tutto il mondo, vanta le sue qualità migliori in quello tibetano, persiano, cinese ed in tutta la parte sud - ovest degli Stati Uniti, tra Nevada e New Mexico, con la più antica miniera ancora attiva, la Cerillo Mine, nella contea di Santa Fe, tra Santa Fe ed Albuquerque.
La pietra del turchese è un minerale formatosi circa 30 milioni di anni fa, da un fosfato di Rame, Ferro ed Alluminio colato con l'acqua attraverso una pietra ospite.
Il colore della pietra può variare enormemente anche all'interno dello stesso giacimento di estrazione, a seconda della percentuale dei metalli inclusi: più elevata è la presenza del Rame più questa sarà blu / azzurra, mentre, nel caso di prevalenza degli altri componenti, sarà maggiore la tonalità verde.
Le altre gradazioni che la pietra può assumere sono dovute ai residui della pietra ospite, chiamata matrice, e può variare dal ruggine, al nero o marrone.
Una matrice nera indica solitamente la presenza di Pirite, una ruggine o aranciata è indice di Ossido di Ferro, mentre una giallo-bruno è data dalla presenza di Riolite. Le matrici sottili, piane e lineari sono conosciute con il nome di matrice a tela di ragno (spider-web matrix), e sono quelle che maggiormente esaltando le qualità del turchese naturale.

Diverse possono essere le provenienze del turchese, da cinese a messicano, nepalese, persiano, fino a quello americano, area geografica più ricca e nella quale si estraggono le varietà più interessanti, tra gli stati del Nevada, Arizona, New Mexico e Colorado. Affascinanti ed evocativi anche i nomi delle miniere stesse, quali Lander Blue, Bisbee, Blue Gem, Carico Lake e Cerillo.
 
Bisbee: la miniera di Bisbee, nel sud dell'Arizona, è la più nota e ricca miniera di materiale, ed una tra le prime ad essere utilizzata. Molto amata dal popolo Navajo, è apprezzata per il turchese che se ne ricava, dal bel blu profondo e dalla matrice a tela di ragno. In origine fu aperta per l'estrazione del Rame, ma poi il turchese fu il prodotto di maggior pregio.


Blue Diamond: particolare miniera del Nevada, inaccessibile durante i mesi invernali, produce una varietà di turchese dalla tonalità molto chiara, screziata di venature di un blu intenso e scuro. La matrice di questa varietà di turchese può essere sia nera che bruna.


Carico Lake: questa varietà di turchese deve il suo nome al luogo in cui si trova la miniera da cui viene estratto, il letto prosciugato di un lago nella contea di Lander, Nevada. La miniera di Carico è una miniera che estrae principalmente oro, e il turchese estratto è molto poco e raro, ed anche per questo più pregiato. Le tonalità di questa preziosa, unica varietà spaziano dal verde chiaro al verde acqua, colorazione dovuta alla presenza di Zinco nella miniera. I pezzi più pregiati sono di un verde - blu con matrice nera a tela di ragno.

Cerillo: è l'unica qualità di turchese che nasce e si forma alla base di un vulcano, ed assume tonalità di colore particolari dovute alla presenza di diversi minerali nelle rocce ospiti che formano la base della montagna. Fino ad ora sono state identificate non meno di 75 diverse sfumature di turchese proveniente dalla miniera Cerillo, che variano dal verde oliva all'intenso verde - blu, fino alla trasparenza del verde acqua. La miniera – che si trova a pochi chilometri da Santa Fe – è la più antica del Nord America e veniva sfruttata già dalla tribù Pueblo, poiché il turchese affiorava spontaneamente dal suolo ogni volta che il vulcano provocava della piccole scosse. Da allora questo popolo non ha mai smesso di estrarre e commerciare il prezioso minerale, arrivando ai mercati della costa est, fino a quando nel 1870 si ebbe il boom dell'estrazione dell'argento che si propagò anche in quest'area. La miniera venne abbandonata e fu successivamente rilevata da Tiffany & Co., che tra il 1892 e il 1899 estrasse turchese per un valore di circa due milioni di dollari.
 
Damele: la miniera di Damele, in Nevada, è molto piccola ma ha la particolarità di produrre l'unico turchese giallo - verde naturale, in cui la colorazione, cioè, non è dovuta alla presenza di zinco. La matrice di questa varietà è a tela di ragno e varia dal bruno al nero. Proprio per le dimensioni della miniera e per l'unicità del minerale, il turchese che vi si estrae è solo da collezione.


Dry Creek: questa miniera del Nevada, conosciuta anche come Burnham, produce piccole quantità di turchese chiaro, tendente all'azzurro pastello e al bianco, tonalità dovute all'alta presenza di Alluminio. Questo materiale, estremamente raro per la sua colorazione così particolare ed estratto da un'unica vena, viene chiamato White Buffalo. La matrice del Dry Creek è tipicamente dorata, bruna o grigio chiara.


Kingman: il turchese Kingman è il prodotto secondario della miniera di Rame di Kingman, Arizona. Estratto dalle tribù native molti anni prima dell'arrivo degli europei, assume colorazioni che variano dal blu scuro all'azzurro, con delle leggere sfumature di verde. La matrice può essere bruna o nera, e spesso presenta tracce di Pirite.


Morenci: estratto nel sud - est dell'Arizona questo turchese è di uno splendido blu intenso. La particolarità di questa varietà risiede nella matrice, inusuale per la sua irregolarità e per la presenza di una forma di Pirite che, una volta lucidata, sembra essere argento. Pregiata varietà di turchese è oggi solo da collezione, poiché la miniera è quasi esaurita.


Number Eight: miniera del Nevada, scoperta nel 1925 e quasi esaurita; ha prodotto alcuni dei più grandi pezzi di turchese posti in commercio, dai toni varianti dall'azzurro al blu intenso, con piccoli accenni di verde, e dalla matrice dorata o nera. Rappresenta oggi una delle varietà da collezione.


Blue Ridge: piccola miniera nel nord del Nevada, è in realtà formata da due miniere, che estraggono turchese blu - azzurro e giallo - verde. Si tratta di minerali da collezione.


Royston: produttrice del turchese Royal Blue, che varia dai toni del verde intenso all'azzurro chiaro, tutti con matrice bruna. Anche questa miniera produce ormai solo pezzi da collezione."
[Fonte: qui]

Trovo questi cenni davvero molto interessanti; mi piace possedere ampia conoscenza di questa mia grande passione (la gioielleria e la gemmologia) e poterla, spero, trasmettere in qualche modo, anche a voi!

Immagino che ora siate piuttosto curiosi di vedere l'oggetto protagonista del post....

Eccovelo svelato...

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/1.jpg 
M&B, la mia "caverna" delle meraviglie preferita!

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/2.jpg 
(EN: Ring in yellow gold with tourquoise cabochon and pink coral beads.)

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/3.jpg

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/4.jpg 

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/5.jpg

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/6.jpg 

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/7.jpg

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/8.jpg 

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/9.jpg

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/10.jpg 
Bellissima la zigrinatura nell'oro che incornicia il turchese

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/11.jpg 

http://digilander.libero.it/gufogiulio/Anello%20artigianale%20turchese/12.jpg 

(All photos are taken by me, do not use them without my explicit permission. Legal steps will be taken.)

Sono tremendamente innamorata di questo anello (tanto da averlo indossato già tre giorni di fila :D)! A voi piace?
Cosa ne pensate di questa pietra? Possedete qualche monile o ninnolo, realizzato con turchese?

Aspetto i vostri giudizi :-)

Con questo post, colgo anche l'occasione, (dato credo domani non aggiornerò), di farvi gli auguri per un scintillante 2013!!!

Vale

18 commenti:

Uptown Girl by Sabina P. ha detto...

non conoscevo tutte queste cose!comunque stupenda! baci baci

Daniela Proietti ha detto...

Caspita che bell'anello O_O. Davvero interessante il post...adoro le leggende!

TheCreativiti4you ha detto...

wow ma è bellissimo :)

FRANCESCA UGOLINI ha detto...

Che Bello, amo il Turchese, di solito però lo vedo in creazioni etniche, questo anello, invece è molto originale e, come sempre, raffinato come tutto il resto qui da te!Grazie e Brava! Tra l'atro, mipiace da morire il suo colore e significato..
Ancira Grazie mille e Buon Anno, Tesoro!
Franci.. <3

cocoelistrione.blogspot.com

facebook

Bbonton ha detto...

Davvero interessante! A me piace molto come pietra e l'oro la esalta. Io ho varie collane e bracciali oro/turchese che indosso soprattutto in estate perchè fanno risaltare molto l'abbronzatura! Questo anello è bellissimo!

Buona serata e al prossimo post! :D
Barbara

http://www.bbonton.it

Fede♥ ha detto...

Davvero stupendo! Poi io impazzisco per questo colore :)

NEW POST on http://thefashionpancake.blogspot.it passa se ti va!

Valentina ha detto...

Ragazze, mi fa piacere che l'anello abbia riscosso questo successone :)))!
Un bacio ad ognuna di voi!

Rosa C. ha detto...

Che bello che è...
Felice anno.
Chocolate Rose Style

Rebecca Ragionieri ha detto...

Molto bello (: Reb, xoxo.

*Nuovo post sul mio blog, fammi sapere cosa ne pensi:
http://www.toprebel.com/2012/12/bye-bye-2012_31.html

Valentina ha detto...

Grazie Rosa :-) anche a te!

Grazie Reb.

❤♧Habanero♧❤ ha detto...

╔═════════ ೋღ❤ღೋ ══════════╗
║░ٌٌٌӇ░ٌٌٌƛ░ٌٌٌƤ░ٌٌٌƤ░ٌٌٌƳ ░ٌٌٌ░ٌٌٌƝ░ٌٌٌЄ░ٌٌٌƜ░ٌٌٌ░ٌٌٌ Ƴ░ٌٌٌЄ░ٌٌٌƛ░ٌٌٌƦ░ٌٌٌ!░
╚═════════ ೋღ❤ღೋ ══════════╝

fashion-meets-art ha detto...

very interesting. i love your ring!
lovely greets
maren anita

happy new year 2013.
maren anita

FASHION-MEETS-ART by Maren Anita

Valentina ha detto...

Thank you girls!

Shoegal ha detto...

Quante informazioni!! Io ho un paio di scarpe D&G con un turchese montato sopra ma onestamente non so quanto sia prezioso!
Buon anno anche a te, baci!!

Fede ha detto...

molto carino l'anello
I LOVE SHOPPING

sergio castaño peña ha detto...

hey! i've seen some of your posts and i really love your purposes! i hope you also like mine and i invite you tofollow each other, id like to stay in touch and see automaticaly our new posts! sincerely wish you all the best for this 2013 darling!

loads of love from www.malesclutch.blogspot.com
Sergio,

Chiara.V ha detto...

Anello meraviglioso e pietra bellissima!
Hai fatto un post decisamente completo e interessante!
Ti seguo :)

http://tcofcv.blogspot.it/

Valentina ha detto...

Grazie Chiara!!! :-)))
Passo subito da te!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...